CNU 2017, giorno 8 - scende in campo l'atletica...ed è subito spettacolo! 4 ori e 13 medaglie totali

L'atletica si conferma essere il fiore all'occhiello della delegazione del CUS Milano conquistando nella giornata di oggi ben 4 ori, uno in più rispetto al totale degli ori conquistati nei primi 7 giorni di CNU 2017. Completano la giornata 2 argenti e 7 bronzi tra corsa, salti e lanci. La pallacanestro maschile perde in mattinata contro CUS Parma ma guadagna l'accesso alle semifinali; domani sfida decisiva contro il temutissimo CUS Napoli per sognare una finale di categoria.


ATLETICA

Dopo i primi 7 giorni di CNU serviva una spinta decisiva verso le prime posizioni del medagliere. La spinta è arrivata dalla delegazione dell'atletica. Prima giornata e primi successi in pista grazie alla forza e alla determinazione degli atleti milanesi. Gli ori arrivano da Vailati (peso maschile), Severi (400m maschile), Alexandra Troiani (400m femminile) e dalla staffetta 4x100 femminile. Due argenti conquistati da Fontana nell'asta maschile e dall'altra sorella Troiani, Virginia, arrivata seconda nei 400m femminili dietro la gemella. I 7 bronzi sono così divisi: 4 al maschile con Accetta (triplo), Redaelli (110 ostacoli), Ghia (1500m) e Proserpio (martello); 3 al femminile con Moro (triplo), Milani (giavellotto) e Cova (3000 siepi).
Giornata ricchissima che potrebbe ripetersi domani con le attesissime staffette 4x400, i 200 metri piani e i 400 ostacoli maschili.

 

BASKET

CUS Milano - CUS Parma 74-88 (21-23, 39-58, 56-75)

CUS Milano: Clementoni, Caffarra, Fumagalli, Rulli, Todeschini, Verrucchi, Perego, Guidi, Brambilla, Di Rauso. All. Finkelberg.

CUS Parma: Donzelli, Betteri, Zerbini, Rossi, Frilli, Cervi, Grignaffini (C), Petiziol, Guuidi, Olagundoye, Pirolo, Montedoro. All. Marcucci.

Con i lombardi già aritmeticamente primi coach Finkelberg nella terza partita del girone fa girare chi nelle prime due gare ha avuto meno minutaggio. Riposo per Todeschini e Fumagalli, dentro Clementoni e Verucchi. All'intervallo lungo Milano va negli spogliatoi subendo 58 punti, più di quelli presi contro Molise e Brescia in un'intera partita. Nel terzo quarto Clementoni e Fumagalli provano a ricucire il -19 del primo tempo (39-58), ma anche alla fine di questa frazione il distacco rimane identico, con il 56-75 alla mezz'ora effettiva di gioco. Grazie soprattutto al miglior realizzatore di Milano, Matteo Clementoni con 24 punti (6/13 da tre), e un infallibile Rulli (2/2 da due e 2/2 dietro la linea dei 6.75 metri) alla fine Milano riesce ad accorciare le distanze nell'ultimo quarto e a chiudere il match sul 74-88. «In questo incontro non era importante il risultato, ma il fatto di dover far giocare tutti; la semifinale con Napoli sarà sicuramente molto tosta» dichiara coach Finkelberg che incontrerà i partenopei alle 11:30 di sabato al palazzetto del PalaCUS di Catania.