CMU16_17, volley femminile: troppa Statale, San Raffaele battuta 3 set a 0

di Ramez Wassili

 

Università San Raffaele - Università Statale: 0-3 (15-25, 13-25, 11-25)

 

Università San Raffaele: Alberani, Bonaccorso, Cericola, Dolfato, Gasparini, Giacalone, Lovallo, Mattachini, Sorrentino.

Università Statale: Braschi, Caglio, Cataneo, Comoletti, Dainese, Dell'Orto, Galbardi, Grossi, Mirabella, Musumeci, Pimpinelli, Prata, Realini. Allenatore: Colnaghi Gionata.

 

I Campionati Milanesi Universitari non si fermano mai e continuano con la Top League di volley femminile. Ieri sera, al Crespi di Lambrate, si sono affrontate Università San Raffaele e Università Statale, in una partita a senso unico che ha visto Statale imporsi per 3 set a 0. Non è bastata a San Raffaele una buona fase di ricezione: ancora una volta, la squadra che ha vinto è stata quella con l'attacco migliore.

Primo set - Impensabile un divario così ampio tra le due compagini: ma se San Raffaele realizza il primo punto della partita, subito dopo Statale ne mette a segno nove consecutivi fino a portarsi sul parziale di 1-9. E così il primo set della partita diventa già l’emblema del match: San Raffaele buona in ricezione con la coppia Sorrentino-Gasparini, ma quasi del tutto assente in attacco e sotto rete. E se non si attacca, non si vince: Statale lo sa bene e se in fase difensiva non viene mai impegnata più di tanto, s'impegna invece molto in fase offensiva, risultando spesso letale con le schiacciate di Caglio-Prata. San Raffaele non impensierisce mai Statale, nemmeno dal punto di vista del risultato e così, dopo i parziali di 8-15 e 11-20, gli ospiti si portano a casa il primo set per 15-25.

Secondo set - Il secondo set si apre come era finito il primo: Statale spinge forte e mantiene la concentrazione, San Raffaele ci mette cuore ma non basta. Buona anche la prestazione di Cericola, l'unica tra le ragazze della squadra di casa a riuscire a dare continuità all'attacco, mentre dall'altra parte sono degne di nota quasi tutte per l'ottima gara disputata. E così, dopo un primo parziale di 0-4, San Raffaele cerca di reagire e non molla: si arriva al parziale di 6-9. Il set sembra poter esser più combattuto, ma Statale dimostra ancora una volta di avere il controllo della partita e scappa via, sul 10-20. Qualche punto lo realizza anche Dell'Orto, che contribuisce alla vittoria del secondo set per la sua squadra con il risultato di 13-25.

Terzo set - Da apprezzare l'impegno di San Raffaele che lotta fino alla fine su ogni pallone come se fosse il primo. Ci si ritrova così sul parziale di 3-3 dopo pochi minuti ma è solo una grande prova di cuore e sacrificio quella di San Raffaele, che poco dopo crolla inevitabilmente. Dall'altro lato, Statale gioca forte fino alla fine: il terzo set finisce 11-25. Troppa Statale per San Raffaele!

 

Le migliori in campo

Giulia Gasparini, Università San Raffaele, voto 6,5: impossibile non affondare se tutta la squadra mostra delle grosse difficoltà, ma lei sicuramente risulta essere una delle più brillanti. Capitano e trascinatrice della squadra, gioca molti palloni e risulta sempre molto attenta e concentrata: purtroppo non viene sempre aiutata dalle sue compagne.

Alice Caglio, Università Statale, voto 7: mostra sicurezza e carisma in campo. Sotto rete risulta decisiva con le sue schiacciate che diventano l'incubo per le avversarie, ma è ottima anche in fase di ricezione: trascina le compagne alla vittoria.

 

Le voci dal campo

Giulia Gasparini, San Raffaele: «Complimenti a Statale perché son state più forti di noi e meritavano di vincere. Noi dobbiamo allenarci di più ma per ora possiamo considerarci soddisfatte».

Gionata Colnaghi, Statale: «Sapevamo che sulla carta sarebbe potuta essere una partita semplice però è un attimo prendere sotto gamba l'impegno e incappare in un trappolone. Sono contento per la disponibilità che hanno dato tutte le ragazze della rosa, che mi danno la possibilità di variare sempre e cambiare formazione ogni partita».