#CMU17_18 Cardiopalma all'overtime, Cattolica campione

Articolo di Jacopo Cella
Foto di Paolo Gentili

 

Tabellino:

STATALE BIANCA 98-100 CATTOLICA (20-22, 41-48, 54-68, 90-90, 98-100).

Statale Bianca: 10. Bianchini, 11. Conci, 12. Marchesi, 14. Cazzaniga, 26. Datteo, 27 Checchin, 31. Fumagalli, 42. Sapini, 43. Faienza, 44. Colombo, 46 Benedetti, 47. Bellotti. All. Ferrara.

Cattolica: 19. Anton, 36. Binaghi, 6. Ciceri, 25. Dedè, 26. Degiorgio, 21. Perego, 12.Pezzati, 23. Reljic, 22. Zaccuri.

Arbitro: Colazzo, Audino, Di Pilato.

 

La finale di basket dei campionati milanesi universitari regala emozioni fino all'ultimo secondo. La riconferma di Cattolica al vertice del basket universitario milanese passa da una agguerritissima Statale, capace di tirare fuori gli artigli quando la partita sembrava già finita.

Primo Quarto
Perego ha vita facile a schiacciare mentre Statale si sblocca grazie a Cazzaniga dai tiri liberi per poi segnare il primo vantaggio statalino per 7-5. Vantaggio risicato che dura poco sotto i colpi Perego che si gira con tranquillità sotto canestro ed infila un paio di ganci. Il primo margine utile di Cattolica lo ridimensiona prima Datteo, dalla lunetta, e poi Bianchini. Testa a testa fino alla sirena: 20-22 e fine primo quarto.

Secondo Quarto 
Nelle prime giocate è ancora Perego ad impensierire Statale sfruttando appieno il vantaggio fisico. Statale si affida alla coralità di gioco con un buon giro palla che consente alle maglie verdi di tirare senza contestazioni. Nonostante questo è Cattolica ad avere sempre la conduzione della gara grazie alla facilità di affondo e le maglie rosse riescono a costruire fra sè ed i biancoverdi un muro di 13 punti: parziale di 33-46. Niente di serio: i ragazzi di coach Ferrara tengono duro, riescono a recuperae terreno e allo scoccare della pausa lunga un canestro tutto convinzione di Colombo manda le squadre a riprendere fiato sul 41-48.

Terzo Quarto
Il quarto successivo è sotto il segno di Cattolica. Tra ganci di e i tiri da tre, il ferro del canestro sputa tutte le conclusioni di Colombo. Dal canto suo Cattolica si appoggia a Dedè ed il solito Perego e si porta sul 41-54. Le conclusioni imprecise degli statalini, a canestro solamente due volte in metà del periodo, permettono a Cattolica di ricostruire nuovamente il margine di 13 punti e Ferrara chiama il time out per riordinare le idee. Il 50-65 per Cattolica è frutto di uno straordinario guizzo di Reljic, che scivola fra Fumagalli e Colombo e appoggia al tabellone. Le squadre sono rimandate all'ultimo quarto sul 54-68.

Ultimo Quarto
Il vantaggio di 14 punti dà a Cattolica qualcosa di più di una speranza e Dedè e compagni si attestano su un ritmo basso. Dal canto suo Statale non sembra reputare 14 punti una sentenza e continua a giocarsi le sue carte. Le maglie verdi trovano appoggio in Datteo, autore di due canestri di cui una tripla, che manda il punteggio a 63-73, ma sia sulla lunetta che in movimento Dedè e Perego non concedono nulla. Sul 69-81 Fumagalli inaugura la sagra della tripla, a cui partecipa con entusiasmo anche Colombo, tornato a centrare il canestro quando più serve. I cuori verdi si infiammano, intravedendo la luce in fondo al tunnel. Reljic perde verve ai tiri liberi, cosa che invece non fà Fumagalli. Cardiopalma sul 77-81, con Statale che comincia a sperare. Un'altra tripla porta il parziale a 80-83. Fumagalli insacca una tripla a 3" dalla fine, Dedè non mette il tiro della sirena e, 90 a 90, ai supplementari l'inerzia sembra essere a favore di Statale.

Overtime
Nei 5' minuti finali Cattolica riprende spunto. Fra tiri liberi e time-out si arriva a pochi secondi dalla fine dell'overtime. 98-100: dopo i tiri liberi di Reljic, Fumagalli può solo provare un ultimo tiro da tre, ma l'urlo della sirena chiude le ostilità.

Migliori in campo

Perego, Cattolica, voto 7.5: sfrutta bene l'altezza. Costantemente in partita, rimane freddo e lucido per tutta la durata della gara. Un contributo importante per Cattolica.

Fumagalli, Statale, voto 8: chapeau, disputa un ultimo quarto perfetto e trascina Cattolica all'overtime. Decisivo nell'economia della gara.

Voci dal campo

Dedè, Capitano Cattolica: "Nell'ultimo quarto ci ha investiti un black-out, ci hanno recuperato e una volta vicini è stato tutto ancora più difficile. Fumagalli ci ha sparato qualche tripla in faccia e dal punto di vista psicologico ha aiutato di certo. Siamo stati bravi a riprenderci nei supplementari, quando si decideva la partita".

Ferrara, All. Statale: "La sconfitta brucia ma sono comunque contento: i ragazzi hanno dato tutto, si sono divertiti e hanno fatto sudare una squadra nettamente più forte. L'anno prossimo speriamo di riconfermarci a questi livelli."