CMU16_17, tennis Davis Cup: il trionfo ha i colori della Bicocca, il Poli si arrende 2-1

di Matteo Brambilla
foto di Andrea Castelletti

 
--> Clicca QUI per la photo gallery completa del match <--

 

Politecnico-Bicocca 1-2: Mucci-Di Lorenzo 1-6 3-6, Kuznetcov-Barzio 6-3 6-1, Mucci/Kuznetcov-Di Lorenzo/La Naia 4-6 3-6.

Politecnico: Mucci, Kuznetcov. Cap. Zanata.

Bicocca: Di Lorenzo, Barzio, La Naia. Cap. Brambilla.

 

Esattamente 365 giorni dopo la finale persa contro Cattolica, i ragazzi della Bicocca trovano il modo di rifarsi, vincendo la finalissima di tennis dei CMU 2016/17 contro il Politecnico, arrivando così alla tanto ambita coppa.

Una finale combattuta, che gli uomini di Brambilla sono riusciti a portare a casa nonostante l'ottima prestazione degli avversari, e senza farsi influenzare dalla sconfitta per 3-0 patita nell'ultima giornata di Regular Season.

Continua così l'ottimo momento dell'Università Bicocca, che in due giorni trova 3 successi di prestigio, con il calcio a 11, il calcio a 5 femminile e il tennis maschile appunto.

Primo singolare: Mucci - Di Lorenzo 1-6 3-6

La finale parte con il singolare tra Mucci e Di Lorenzo.

Il primo set è quasi un assolo del giocatore bicocchino che, andato sotto 1-0, fa valere la sua maggiore forza ed esperienza, inanellando una serie di sei giochi consecutivi, senza permettere mai al suo dirimpettaio di riaprire il discorso.

Più combattuto invece il secondo dove Mucci mette tutto quello che ha per cercare di contrastare la forza dell'avversario, trovando qualche punto in più, senza però riuscire ad impensierire Di Lorenzo. Infatti il secondo set è decisamente più combattuto rispetto al primo ma l'esperienza e, soprattutto, la solidità al servizio del ragazzo in maglia bianco-nera, fanno la differenza, con il parziale che vola via con un 6-3 che chiude il match, permettendo alla Bicocca di guadagnare il primo, prezioso, punto della giornata.

Secondo singolare: Kuznetcov - Barzio 6-3 6-1

In contemporanea con Mucci-Di Lorenzo, si giocava anche la sfida tra Danila Kuznetcov e Andrea Barzio.

L'inizio è promettente per il ragazzo della Bicocca che, pronti via, riesce a strappare il servizio al suo avversario nel secondo game, salendo sul 3-0 in un batter d'occhio.

Arriva però il ritorno di fiamma del giocatore del Politecnico che, prima ritrova il suo poderoso servizio, poi si riprende il break, impattando sul 3 pari, al termine di un sesto gioco molto combattuto.

A questo punto, complici la carica di Kuznetcov e il fisiologico calo di Barzio, il resto del set è un assolo dell'uomo del Poli che vince gli ultimi 3 game del set, totalizzando altri due break e siglando il 6-3.

Nel secondo c'è partita nei primi due giochi, dove entrambi i giocatori tengono i rispettivi turni di battuta, dopodiché è ancora il vincitore del primo set a prendere in mano le redini della gara, vincendo, al netto di qualche resistenza, 5 game in successione, trionfando 6-3 6-1 e portando a Zanata il punto del momentaneo pareggio, in attesa del doppio.

 

Doppio: Mucci/Kuznetcov - Di Lorenzo/La Naia 4-6 3-6

La finalissima arriva così alla conclusione più interessante possibile: il doppio decisivo.

Come prevedibile, complici nervosismo e condizioni del campo molto veloci, la partita ruota tutta attorno ai game di battuta.

Non a caso, a decidere il primo set è un infinito gioco sul punteggio di 1-1, con Mucci in battuta, che viene vinto dal duo bicocchino, al termine di un'estenuante serie di vantaggi. Da qui in poi tutti i tennisti terranno il loro servizio e quel preziosissimo break frutta agli uomini di Brambilla un 6-4 importantissimo.

Canovaccio in pratica identico nel secondo set, con La Naia e Di Lorenzo che strappano il servizio agli avversari nuovamente sull' 1-1, ancora a Mucci, dimostrando di non aver abbassato la guardia.

I due set potrebbero essere identici, se non fosse che, a perdere il servizio, stavolta, é anche il bombardiere Kuznetcov ed è una perdita pesante, perchè, avvenendo sul 5-3, consegna partita, vittoria e coppa alla Bicocca, che trova così la prima prestigiosa affermazione nella competizione.

 

I migliori

Bicocca, Marco Di Lorenzo, voto 9: La finale solitamente fa storia a se, non esistono favoriti e sfavoriti, ma Di Lorenzo è uno schiacciasassi, macina game su game e agli avversari lascia pochissimo. Singolo e doppio giocati alla grande, senza pecche. Gli si chiedeva di vincere, lo ha fatto in maniera perfetta.

Politecnico, Danila Kuznetcov, voto 6,5: Positiva anche la prova del ragazzo del Politecnico. Con il suo compagno sotto nel punteggio durante i singoli, non si fa prendere dall'ansia e porta ai suoi il pareggio senza problemi. Nel doppio fa quello che può, trovando alcuni acuti, cedendo però sulla distanza ai più solidi avversari.

Le voci dal campo

Filippo Zanata, capitano Politecnico: "Buon torneo, ci siamo presentati alla finale come primi in classifica, battendo anche Bicocca nel girone. In finale però, nuovamente contro di loro, non siamo riusciti ad ottenere lo stesso risultato. Complimenti ai ragazzi della Bicocca, ci incontriamo sempre in semifinale o finale e sono sempre grandi partite, stavolta hanno vinto loro".

Matteo Brambilla, capitano Bicocca: "Grandissima emozione, davvero. L'anno scorso siamo inciampati ad un passo dal traguardo e questo ha reso tutto ciò ancora più dolce. Un grande complimento e un grazie ai ragazzi che in questa stagione sono stati davvero superlativi. Complimenti anche ai nostri avversari, hanno venduto cara la pelle e sono sicuro che ci reincontreremo in altre occasioni di questo tipo".