#CNU2019 CUS Milano vince lo scontro diretto con Tor Vergata e vola a L'Aquila!

09/04/2019, PalaCUS Idroscalo – CNU, Pallavolo Maschile, Fasi Preliminari

Articolo di Jacopo Cella
Foto di Paolo Gentili -->  PhotoGallery

FORMAZIONI

CUS MILANO: Coali, Costa, Crusca, Giamprietri, Marzella, Merolli, Manesi, Manti, Pedretti, Passoni, Pietroni, Pini. Sec. All. Benenti. All. Fontanesi.

CUS TOR VERGATA: Rossi, D’angeli, Petri, Loiaconi, Pera, Martini, De Dominicis, Menichelli, Rondoni, Fiorini, Marcelli, Calcaterra. All. Cesaroni.

Non solo basket: oltre che nella palla a spicchi CUS Milano e Tor Vergata si scontrano anche sul campo di pallavolo. Entrambe vincitrici, sebbene con modalità diverse, nel confronto con il CUS Cagliari, al PalaCUS le due formazioni si giocano per via diretta l’accesso alle fasi finali a L’Aquila.
Il primo set inizia sotto il segno di CUS Milano. Gli attacchi di Crusca, muro di Passoni e l’ace di Manesi accumulano subito un discreto vantaggio per la formazione di casa (6-0). Tor Vergata impiega più tempo ad entrare in focus partita, navigando per buona parte del set intorno ai -5 punti (17-12). Alle maglie verdi basta però un attimo di cedimento da parte dei ragazzi di Fontanesi per trovare il pareggio con Menichelli sul 20-20, guadagnare il setpoint (23-24) e strappare il primo set per 23-25. L’inizio della seconda frazione ripete a grandi linee quanto successo nella prima: Milano conduce con margine fino al 6-1, poi Tor Vergata ricuce il distacco all’8-8. I tentativi di allungo da parte dei meneghini vengono arginati da Rondoni e capitan Rossi, ma l’inerzia questa volta è dall’altro lato del campo. Chiudendo a 25-20 CUS Milano pareggia i set.

A dispetto dell’incipit equilibrato, il terzo set è quello meno combattuto: gli attacchi di Tor Vergata non convincono, mentre Milano mette i palloni a terra con metodo. 25-17 a fine set. Ultima speranza per la squadra ospite, nel quarto set sembra che le squadre recitino un copione già visto. Milano conduce come nelle frazioni precedenti, Tor Vergata segue con costanza (15-14). È nel momento decisivo, scavalcata la soglia dei 20 punti, che la formazione guidata da Cesaroni tira fuori il meglio: prima pareggia 22-22, poi allunga di altri due punti e guadagna il setpoint (22-24). Cambio di fronte difficile da digerire per Milano, che capitola per 23-25.  Al Tie Break il maggiore spunto ad inizio gara, costante della partita, gioca un ruolo fondamentale per CUS Milano, che prende subito le distanze e arriva al cambio campo in vantaggio di 5 punti (8-3). Il resto è in discesa: il 15-7 finale vale a Fontanesi e ai suoi ragazzi il biglietto per L’Aquila.

Migliori in campo

Crusca, CUS Milano: in palla per tutta la durata della gara, risolve il palleggio senza tanti complimenti.

Rondoni, CUS Tor Vergata: i suoi punti tengono viva Tor Vergata in più di una occasione.

Voci dal campo

Fontanesi Matteo, Allenatore CUS Milano: “Credo si sia visto che siamo più forti, ma nella pallavolo è importante creare degli automatismi solidi e noi li stiamo ancora costruendo. Quando l’avversario va ad incidere proprio su questo aspetto ne vengono fuori partite molto combattute anche con squadre meno brave tecnicamente. Ci abbiamo messo cinque set ma va bene. Per le fasi finali le aspettative sono sempre le stesse. La parte più difficile è costruire le presenze, ma ovviamente andiamo per provare a vincere”.

Cesaroni Chiara, Allenatrice CUS Tor Vergata: “Usciamo molto soddisfatti della partita che abbiamo giocato. CUS Milano lo avevamo già incontrato a Campobasso, sappiamo quanto sono forti e organizzati. Noi abbiamo lavorato bene e nonostante siamo sempre stati sotto siamo riusciti a portare la partita al Tie-Break. Ora iniziamo a lavorare per il prossimo anno”.

Tabellino

CUS MILANO 3 – 2 TOR VERGATA (23-25, 25-20, 25-20, 23-25, 15-7)

Arbitro: Fellini