Canottieri storici: vittoria nel campionato italiano di fondo per gli equipaggi maschili e femminili

Articolo di Mario Scalella

Giornata storica per gli atleti del CUS Milano che nel gelo di San Giorgio di Nogaro conquistano ben due titoli italiani master di fondo nel 4 di coppia femminile e nel 4 di coppia maschile Under 43. In quest'ultima categoria arriva anche uno ottimo bronzo con il secondo equipaggio schierato.

Una prova di forza e di costanza che premia tutti coloro che ci hanno creduto venendo ad allenarsi tutti i giorni, o quasi, all'Idroscalo o sul Naviglio ed in lunghe e pesanti sedute indoor, avvinghiati alla catena del remoergometro o impegnati con i pesi, la corsa e gli esercizi dei circuiti.

Vittorie pesantissime perché sviluppatesi non in una singola gara bensì in ben 4 tappe, la prima delle quali disputata a Pisa-Navicelli a gennaio, la seconda sul Po a Torino in febbraio, la terza a Varese tre settimane fa ed infine l'ultima oggi in Friuli Venezia Giulia.

I nomi li conosciamo tutti ma è bene ricordarli: Anna Bonciani, Daniela Bialetti, Bettina Palvarini e Ivana Babic sono le nostre meravigliose ragazze d'oro; Raffaele Mautone, Marco Iriti, Lorenzo Mazzeo e Alberto Davoli i nostri ragazzi d'oro; Lorenzo Invrea, Giacomo Scandroglio, Matteo Ciapparelli e Leonardo Modulo i nostri Bronzi di Riace, con Leo che si è alternato a bordo con Stefano Lo Cicero.

Ricordiamo che le ragazze hanno vinto a Pisa e si sono sempre piazzate sul podio nelle altre tappe, concludendo prime davanti all'Armida; l'equipaggio maschile ha vinto a Varese e S.Giorgio piazzandosi sul podio nelle altre tappe e concludendo al primo posto assoluto davanti al Varese.

Numerosi altri equipaggi hanno fatto da contorno e idealmente partecipano alle vittorie, frutto del lavoro di squadra e di tanto entusiasmo condiviso.
Giovedì prossimo grandi festeggiamenti insieme al Presidente Sergio Passetti e al Direttore Tecnico Gigi Ganino, sempre presenti e disponibili a dare giusto spazio a questa meravigliosa Squadra Master. Menzione davvero meritata per il generosissimo Raffaele Mautone sempre disponibile e sempre in prima fila in questo costante processo di crescita per tutto il movimento remiero di questa società.