Il Volo dei Talenti 2016, il racconto di una serata... d'eccellenza!

#volodeitalenti16, quando sport, università e lavoro si uniscono nel teatro dei sogni. Una sala bellissima, riempita in ogni ordine di posto da oltre 300 persone desiderose di vivere una serata speciale. Tutto questo è stato Il Volo dei Talenti 2016, andato in scena lunedì 5 dicembre in Sala Orlando a palazzo Castiglioni, sede di Confcommercio Milano.

A fare gli onori di casa, come sempre, i partner storici del CUS Milano: PwC Italia e Asseprim. In conduzione, l'affermata giornalista di Sky Italia Dalila Setti.

Il primo a prendere la parola è stato Rodolfo Pesati, HC di PwC Italia: “La partnership con il CUS Milano per noi è fondamentale: stasera si celebra il talento, una componente fondamentale per PwC, così come è fondamentale nel mondo sportivo del CUS Milano, al quale siamo legati da anni”.

Alessandro Castelli, presidente del CUS, ha voluto ringraziare personalmente i due partner: “Voglio spendere una parola per Asseprim e PwC Italia, partner di CUS Milano da tanti anni, ma anche per i nuovi, come Manpower Group. Ringrazio anche le università, da cui attingiamo atleti per i CNU. Ringrazio infine le nostre 12 sezioni federali, ma soprattutto i nostri ragazzi, i veri protagonisti di questa serata”.

È la volta di Alberto Salsi, consigliere Asseprim: “Noi di Asseprim vogliamo creare un network, affinchè il mondo dell’università e quello del lavoro si incontrino: investiamo nei giovani, investiamo nel talento, investiamo nel nostro futuro”. Antonio Angioni, Organisation & Talent Director di Manpower Group: “Sapere, volere e potere: tre dimensioni che devono fare da bussola nel futuro dei ragazzi. Siamo felici di essere parte integrante del Volo dei Talenti”.

A concludere la prima parte della serata Alessandro Betti, direttore raccolta fondi di Telethon Italia:E’ bello essere al fianco del CUS Milano in questa serata magnifica. Il nostro talento da esibire è quello dei medici, persone eccezionali che mettono tutto ciò che hanno nel rendere migliore la vita delle persone malate. Lo sport assomiglia alla ricerca scientifica: bisogna migliorarsi per tanti anni, con determinazione e forza per arrivare al raggiungimento del risultato. Quando si ottiene, la soddisfazione è fantastica”.

Prima delle premiazioni, un saluto di Claudia Giordani, delegata provinciale di Milano del CONI Lombardia:Fondamentale è il talento dei ragazzi, ma imprescindibile è anche l’impegno del CUS Milano: grazie e in bocca al lupo per continuare a perseguire i sogni che accomunano tutti noi sportivi”.

Le prime premiazioni di serata sono di Asseprim, con il Virtual Talent, Business Game rivolto ai laureandi in discipline economiche giunto quest'anno alla nona edizione, seguite da una presentazione di AIESEC, l’Associazione Internazionale degli studenti in Scienze economiche e commerciali. Per AIESEC Italia hanno preso parola Maria Laura Picciolo e Cristina Viale:AIESEC collabora con le Nazioni Unite e con PwC da 10 anni, attraverso il Fund Global Volunteer dà ai ragazzi l’opportunità di vivere un’esperienza di volontariato all’estero”.

Spazio poi all’Ecogara, Gli Sportivi per l’ambiente, progetto realizzato col sostegno di Fondazione Cariplo e il supporto di Remedia e Actl: un concorso di raccolta sostenibile di rifiuti RAEE. Sono saliti sul palco i 38 ragazzi vincitori del concorso, che si aggiudicano un premio valido per un anno di abbonamento gratuito alle palestre CUS Milano. 

Ha regalato un momento bellissimo la premiazione di Piero Bassetti, uno dei soci fondatori del CUS Milano ed ex atleta olimpico, primo presidente della Regione Lombardia ed ex presidente della Camera di Commercio. Da grande sportivo, Bassetti riceve il premio in occasione dei 70 anni del CUS Milano: “Sono orgoglioso di essere stato tra i fondatori del CUS. Ricordare ai giovani la capacità formativa dello sport è fondamentale. Grazie davvero a tutti”.

Uno dei momenti clou della serata è arrivato con le premiazioni delle medaglie d’oro dei Campionati Nazionali Universitari, con – nell’ordine – NABA, Humanitas University, Università Bicocca, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Milano e Politecnico di Milano. 75 medaglie totali, di cui 24 d’oro, che hanno contribuito alla vittoria del CUS Milano ai CNU invernali di Bardonecchia e a quelli primaverili di Modena e Reggio Emilia 2016.

Non possono mancare le eccellenze federali, che rendono grande il CUS Milano: si parte con Edoardo Trabace del CUS Milano Golf, poi taekwondo con Lorenzo Soncin, Francesca Dincao e Maria Cristina Laera. Il responsabile della sezione triathlon Giampaolo Gualla premia Valerio Patanè e Carlotta Bonacina; è la volta di canoa e canottaggio: per i primi sale sul palco Ciro Ardito, per i secondi Anna Bonciani, Raffaele Mautone, Francesco Pellò, Luigi Ganino e Giovanna Corbari. Per la pallavolo premiata la giovanissima Martina Maran. La sezione GEAS premia ben 4 squadre di nuoto, pallanuoto e syncro: Gianpaolo Colombo fa gli onori di casa. Per il CUS Milano Rugby ci sono Antonio Parisi e Stefano Ammendola, passato e presente di una delle sezioni storiche del CUS Milano. Conclude, come da tradizione, la premiazione della sezione atletica, con Nicole Reina, Sydney Giampietro, Omar Guerniche, Martina Ronchetti e la staffetta 4x400 campione italiana under 23.

Un’altra new entry ha riguardato le premiazioni Studium & Sport, a beneficio di ragazzi che vincono in campo sportivo e portano avanti con successo gli studi: Nicole Reina (atletica), Sydney Giampietro (atletica), Valerio Patanè (triathlon), Renato Borzone (rugby), Alessia Chiappa (taekwondo) e Zoltan Vereczkey (pallanuoto).

Hanno concluso la festa le premiazioni più belle, per coloro che più hanno brillato nello straordinario 2016 del Centro Sportivo Universitario milanese: l’atleta universitario dell’anno e il tecnico dell’anno. L’atleta dell’anno non può che essere Valentina Rodini, la studentessa classe 1995 della Cattolica che ha partecipato – con la maglia della Nazionale Italiana – alle Olimpiadi di Rio 2016 nel canottaggio. Il premio di tecnico dell’anno va invece a Gianluca Ragusi, coach di punta del CUS Milano Rugby vincitore, tra gli altri, dell’oro ai CNU 2016 di Modena e Reggio Emilia.

Il commiato ad una straordinaria serata spetta al Presidente Alessandro Castelli, felice e già carico per l’appuntamento dell’anno prossimo: siamo già proiettati al #volodeitalenti17!